Pagamento festività badanti colf e baby sitter conviventi e non conviventi

da | 30 Ott 2023 - 10:06 | Guida al contratto di lavoro domestico

Si avvicina il periodo invernale e inizia anche il calendario delle festività di novembre, dicembre e gennaio in cui si concentra quasi la metà di tutte le festività riconosciute dal CCNL per le vostre badanti conviventi e non. Vediamo quali sono i giorni di interesse, come comportarsi e procedere per il pagamento corretto delle festività alle vostre badanti conviventi e non conviventi.

Innanzitutto le festività di questo periodo dell’anno riconosciute dal CCNL sono le seguenti:

 

Come avviene il pagamento delle festività di badanti colf e baby sitter conviventi e non conviventi?

Le festività sono da considerarsi giorni di riposo e retribuiti 1/26esimo della retribuzione media mensile per le badanti conviventi con retribuzione mensilizzata. Nel caso del pagamento della badante convivente, oltre alla retribuzione del giorno di lavoro, spetta anche l’indennità di vitto e alloggio pari a circa 6,5 euro come previsto dal CCNL. Per le badanti, colf o baby sitter non conviventi il pagamento per la festività è pari a 1/26 della retribuzione media mensile; se non svolgono servizio continuativo dalle 6 ore in sù e non hanno diritto al vitto, non saranno necessari importi sommari da corrispondere.

La lavoratrice convivente potrà assentarsi a partire dal giorno prima della festività, appena terminato l’orario di servizio stabilito nel contratto, e rientrare a partire dalla sera del giorno festivo ma anche la mattina successiva per prendere direttamente servizio.

Se la lavoratrice presta servizio durante un giorno festivo le ore di lavoro saranno considerate come straordinario e corrisposte con una maggiorazione pari al 60% della paga media oraria sia per la badante convivente che per la badante, colf o baby sitter non convivente.

Non hai ancora le idee chiare?

Valutazione di Google
4.8
Basato su 175 recensioni
×
js_loader