Contratto a tempo determinato scadenza e proroga

da | Nov 6, 2023 | Guida al contratto di lavoro domestico | 0 commenti

E’ possibile fare una proroga ad un contratto a tempo determinato? come bisogna comportarsi in caso di scadenza?

E’ possibile attivare un contratto a tempo determinato in rispetto della norma vigente per un massimo di 24 mesi.

Prima di attivare il contratto a tempo determinato è utile conoscere alcuni oneri:

  • il giustificativo da apporre per l’apertura del nuovo rapporto;
  • i vincoli sulla chiusura della collaborazione entro la scadenza;
  • la possibilità di attivare una proroga.

Motivo dell’apertura di un tempo determinato con scadenza deve essere giustificato

Il giustificativo da apporre per il contratto a tempo determinato può comprendere la definizione di uno dei seguenti casi in cui devono essere sempre considerate la scadenza e l’eventuale possibilità di proroga:

  • un servizio prestabilito nel tempo e definito,
  • sostituzione di lavoratori assenti per motivi personali, ferie o per motivi di salute, maternità, infortunio, etc
  • servizio extradomiciliare per assistere persone momentaneamente ricoverate in casa di cura, ospedale.

Chiusura del rapporto a tempo determinato e la scadenza

Il contratto a tempo determinato nel lavoro domestico ha un vincolo per il datore di lavoro ovvero, non può essere chiuso fino alla data di scadenza indicata in fase di assunzione. Ciò significa che, se assumete una collaboratrice a tempo determinato e per qualsiasi motivo decidete di interrompere il rapporto, la lavoratrice potrà decidere di dimettersi mentre voi non potrete porre fine al contratto con licenziamento.

I casi di dimissioni o di licenziamento potranno essere soggetti a contenzioso fra le parti e determinare il pagamento delle intere mensilità fino a scadenza prestabilita. Casi particolari per l’applicazione della procedura restano il decesso o ricovero in casa di cura di una delle parti con giustificativo.

Di contro il contratto a tempo indeterminato nel lavoro domestico non pone limiti alla cessazione se non il rispetto della norma vigente che obbliga la corresponsione del preavviso previsto per inquadramento e anzianità.

E’ possibile fare una proroga entro 24 mesi dall’apertura del contratto a tempo determinato

Se il vostro contratto a tempo determinato è in scadenza potete richiedere una proroga al massimo 4 volte. La durata massima di un contratto a tempo determinato, proroghe comprese, è di 24 mesi. Il giustificativo alla proroga del contratto a tempo determinato attivo deve essere sempre presente.

E’ opportuno avvalersi della consulenza del proprio Family tutor per valutare la migliore soluzione alle vostre necessità.

Valutazione di Google
4.8
Basato su 157 recensioni
×
js_loader