Sei un privato e cerchi una collaboratrice domestica?

da | 27 Nov 2023 - 11:11 | Guida al contratto di lavoro domestico

Cosa deve sapere un cittadino privato che cerca una collaboratrice domestica?

Se siete alla ricerca di una collaboratrice domestica considerate le caratteristiche del contratto di lavoro domestico che vi possono essere utili per la vostra selezione. In genere le più importanti sono: documenti d’identità validi, mansione, profilo orario e retribuzione.

Documenti:

La prima cosa da verificare se sei un privato e cerchi una collaboratrice domestica è che tutti i documenti siano in corso di validità:

  • per i lavoratori comunitari: carta d’identità, codice fiscale, residenza, numero di telefono
  • per i lavoratori extracomunitari: carta d’identità o passaporto, permesso di soggiorno, codice fiscale italiano, residenza italiana, numero di telefono. Nel caso in cui i documenti siano scaduti sarà necessario essere in possesso di copia di quelli scaduti e produrre copia della richiesta di rinnovo.

Mansione:

La seconda cosa da fare se sei un privato e cerchi una collaboratrice domestica è specificare fin dall’inizio quali sono le mansioni che dovrà svolgere.

Per esempio, l’inquadramento B, colf polifunzionale ha diversi profili:

  • Collaboratore generico polifunzionale. Svolge le incombenze relative al normale andamento della vita familiare, compiendo, anche congiuntamente, mansioni di pulizia e riassetto della casa, di addetto alla cucina, di addetto alla lavanderia, di assistente ad animali domestici, nonché altri compiti nell’ambito del livello di appartenenza;
  • Custode di abitazione privata. Svolge mansioni di vigilanza dell’abitazione del datore di lavoro e relative pertinenze, nonché, se fornito di alloggio nella proprietà, di custodia;
  • Addetto alla stireria. Svolge mansioni relative alla stiratura;
  • Cameriere. Svolge servizio di tavola e di camera;
  • Giardiniere. Addetto alla cura delle aree verdi ed ai connessi interventi di manutenzione;
  • Operaio qualificato. Svolge mansioni manuali nell’ambito di interventi, anche complessi, di manutenzione;
  • Autista. Svolge mansioni di conduzione di automezzi adibiti al trasporto di persone ed effetti familiari, effettuando anche la relativa ordinaria manutenzione e pulizia;
  • Addetto al riassetto camere e servizio di prima colazione anche per persone ospiti del datore di lavoro. Svolge le ordinarie mansioni previste per il collaboratore generico polifunzionale, oltreché occuparsi del rifacimento camere e servizio di tavola della prima colazione per gli ospiti del datore di lavoro.

Orario di lavoro:

Definire l’orario di lavoro è fondamentale per stipulare il contratto.

In qualità di privato che assume, avrai l’onere di conoscere la presenza e gli spostamenti della collaboratrice domestica rispetto al luogo di lavoro. In questo modo, con il versamento dei contributi INPS, la collaboratrice domestica sarà assicurata da infortunio in itinere e sul luogo di lavoro.

La vostra collaboratrice domestica inquadrata al livello B potrà avere un profilo orario:

  • in regime di non convivenza: da 1 a massimo 40 ore settimanali da distribuire da lunedì al sabato con un massimo di 8 ore giornaliere. La retribuzione è su base oraria e, se superate le 6 ore continuative, il lavoratore ha diritto a un’indennità di vitto e al compenso sostitutivo quando previsto dal CCNL di riferimento.
  • in regime di convivenza part time: 25 o 30 ore settimanali da applicare solo la mattina o il pomeriggio. In questo caso la lavoratrice percepisce una retribuzione mensilizzata e ha diritto a vitto e alloggio e al compenso sostitutivo quando previsto dal CCNL di riferimento.
  • a regime di convivenza: 54 ore con retribuzione mensilizzata e diritto a vitto e alloggio con compenso sostitutivo quando previsto dal CCNL di riferimento. Inquadramento molo raro che spesso si trasforma in assistenza a persona non autosufficiente.

Ricordate che, mentre fate la ricerca della vostra collaboratrice domestica, è importante condividere abitudini e specificare competenze richieste fin dall’inizio per creare una collaborazione serena ed duratura. Un nostro family tutor potrà fornirvi una consulenza accurata e completa sui diritti e doveri di entrambi le parti a partire dalla data di assunzione.

Per la regolarizzazione e gestione del vostro rapporto potrete rivolgervi a noi presso i nostri uffici o comodamente online.

Valutazione di Google
4.8
Basato su 175 recensioni
×
js_loader