Benefici fiscali per datore e lavoratore domestico

da | Apr 2, 2024 | Comunicati | 0 commenti

Tutti voi, in qualità di datori di lavoro domestico, potete usufruire di benefici fiscali se avete alle dipendenze un collaboratore domestico a prescindere dal profilo orario e dalla retribuzione pattuita.

Per poter accedere alle agevolazioni, è necessario che il collaboratore sia assunto con un contratto regolarmente registrato ad INPS e che quindi possiate produrre documenti quali la lettera di assunzione, denuncia di assunzione, versamenti dei bollettini INPS e buste paga firmate dall’assistente famigliare.

Vediamo insieme nel dettaglio le principali agevolazioni per i datori di lavoro di colf, badanti e baby sitter.

Deduzione dei contributi

In qualità di datori di lavoro, potrete usufruire di una deduzione relativa ai contributi versati a vostro carico fino a un massimo di circa 1.549,00 euro, in dichiarazione dei redditi. L’importo massimo deducibile è fisso e non varia in base ai redditi che dichiarate.

Per poter accedere alla deduzione, dovrete conservare e presentare i giustificativi dei pagamenti dei contributi obbligatori per colf, baby sitter e badanti. Per un aiuto, riportiamo di seguito le scadenze dei versamenti dei 4 bollettini trimestrali versati all’INPS:

 

  • I trimestre (gennaio, febbraio, marzo) > Pagamento da evadere tra l’1 e il 10 aprile
  • II trimestre (aprile, maggio, giugno) > Pagamento da evadere tra l’1 e il 10 luglio
  • III trimestre (luglio, agosto, settembre) > Pagamento da evadere tra l’1 e il 10 ottobre
  • IV trimestre (ottobre, novembre, dicembre) > Pagamento da evadere tra l’1 e il 10 gennaio

Detrazione fiscale

Se siete il datore di lavoro domestico di un assistente a persona non autosufficiente potreste usufruire di un altro beneficio: una detrazione calcolata in base al reddito sulle retribuzioni del lavoratore, massimo del 19% sulle spese sostenute e comunque non superiore ai 2.100,00 euro l’anno.

I requisiti per poter accedere alla detrazione sono:

  • datore di lavoro o assistito non autosufficiente
  • certificato di invalidità e riconoscimento di accompagnamento
  • datore di lavoro a cui è intestato il contratto deve avere un reddito complessivo non superiore a 40000,00 euro
  • pagamenti delle retribuzioni tracciabili

Anche questo anno, i clienti SAF ACLI che hanno in gestione un rapporto di lavoro domestico dal 2023, hanno diritto ad un voucher per la dichiarazione dei redditi presso CAF ACLI.

Per usufruire della deduzione dei contributi e della detrazione fiscale della tua colf, badante o baby sitter, affidati agli esperti del settore!

Valutazione di Google
4.8
Basato su 175 recensioni
×
js_loader