Regole sulla vaccinazione dei collaboratori domestici

da | Gen 18, 2022 | Vaccino | 1 commento

Con gennaio 2022 entrano in vigore nuove regole. E’ prevista la vaccinazione obbligatoria di collaboratori domestici (colf, badanti e baby-sitter) con età di +50 anni. 

Le regole per rallentare la nuova ondata di contagi a causa delle varianti Covid-19 sono state pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale, con numero 1, il 7 gennaio. Si tratta di una misura urgente da osservare attentamente estesa a tutti i settori lavorativi compreso quello domestico. La normativa dispone che dal 15 febbraio 2022 tutti i lavoratori over 50 del settore pubblico e privato siano soggetti all’obbligo vaccinale.

I vostri collaboratori domestici che accedono al luogo di lavoro, dovranno possedere e saranno tenuti ad esibire il Green Pass rafforzato ossia la certificazione verde Covid-19 rilasciata esclusivamente a seguito di vaccinazione (ciclo primario e dose booster) o avvenuta guarigione.

Colf, badanti e baby sitter non potranno più accedere al luogo di lavoro con Green Pass ottenuto tramite tampone molecolare o antigenico. Sarà vietato l’accesso a tutti i collaboratori domestici privi di certificazione verde o avvenuta guarigione ai luoghi di lavoro e la violazione verrà punita con una sanzione amministrativa da 600 a 1.500 euro.

Anche voi, in qualità di datore di lavoro domestico, siete tenuti a verificare il rispetto del decreto legge. Nel caso in cui il collaboratore domestico comunichi di non essere in possesso della certificazione regolamentare l’assenza potrà essere considerata come ferie oppure come permesso non retribuito, fino alla presentazione della predetta certificazione, e comunque non oltre il 15 giugno 2022.

Ricordiamo che nel settore domestico non c’è obbligo di conservazione del posto, come indicato nel CCNL di riferimento, nel momento in cui decade il rapporto di fiducia fra le parti.

Timeline con le scadenze dei prossimi 6 mesi:

Di seguito alcune date di scadenza degli obblighi di legge da ricordare. Il documento completo è pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e sul sito della regione:

  • 8  gennaio 2022: obbligo vaccinale per tutti gli over 50, italiani e stranieri residenti in Italia
  • 10 gennaio 2022: obbligo di super green pass (da vaccino o avvenuta guarigione) per tutti i luoghi in cui si svolgano attività al chiuso o all’aperto: tutti i mezzi pubblici, servizi di ristorazione all’aperto, musei centri sportivi, ludici, ricreativi, alberghi, strutture ricettive, etc.
  • 1 febbraio 2022: 100 euro di sanzione per gli over 50 non vaccinati. Obbligo di green pass di base (valido anche tampone) per:
    • uffici pubblici
    • banche
    • posta
    • uffici finanziari e attività commerciali, ovvero negozi tranne che farmacie, supermercati etc.
  • 15 febbraio 2022: obbligo Green pass rafforzato per tutti i lavoratori pubblici e privati e liberi professionisti di almeno 50 anni. Chi non è ancora vaccinato dovrà effettuare la prima dose del vaccino entro il 31 gennaio per ottenere un Green Pass rafforzato valido a partire dal 15 febbraio (il certificato verde è rilasciato subito dopo la prima dose ma è attivato il quindicesimo giorno successivo alla somministrazione, sito regione prenotazione
  • 31 marzo 2022: fine stato di emergenza
  • 15 giugno 2022: fine obbligo vaccinale per tutti gli over 50 non vaccinati