Assistenza sanitaria per il cittadino straniero

da | Mag 28, 2021 | Vaccino | 7 commenti

E’ prevista l’assistenza sanitaria per il cittadino straniero che attende sia definita la pratica di emersione 2020

Le persone straniere per le quali sia stata presentata dichiarazione di emersione (regolarizzazione ai fini dell’ottenimento del permesso di soggiorno) possono essere iscritte all’SSN. In caso di assenza del codice fiscale sarà attribuito un codice STP (Stranieri Temporaneamente Presenti), ma senza le limitazioni degli irregolari. In tal caso, l’unico documento che il migrante può esibire è una ricevuta attestante la presentazione dell’istanza di emersione unitamente a un valido documento di riconoscimento (passaporto).

Circ. Ministero dell’Interno, prot. n. 56675, 26 ottobre 2012.

A cosa serve la tessera STP?

La tessera STP permette assistenza sanitaria per il cittadino straniero che è senza permesso di soggiorno e indigente a cui vengono garantite:

  • cure ambulatoriali e ospedaliere per malattia e infortunio, urgenti o continuative,
  • prestazioni di cura, prevenzione e riabilitazione degli stati di tossicodipendenza relativi all’uso e abuso di stupefacenti e sostanze psicotrope,
  • interventi di medicina preventiva e prestazioni di cura a essi rientranti nelle aree di: tutela della gravidanza e della maternità, tutela della salute del minore, vaccinazioni, interventi di profilassi internazionale, profilassi diagnosi e cura delle malattie infettive,
  • farmaci di fascia A.
La persona con tessera STP:
  • paga il ticket per le prestazioni specialistiche prescritte,
  • non ha diritto a esenzioni per reddito,
  • ha diritto all’esenzione per patologia presentando il certificato di patologia (rilasciato da uno specialista pubblico).
assistenza sanitaria per straniero

Come ottenere la tessera STP?

Per ottenere la Tessera STP e far accedere all’assistenza sanitaria il cittadino straniero bisogna recarsi presso gli sportelli amministrativi distrettuali dove si autocertifica l’indigenza.
Il personale che opera nelle strutture sanitarie, pur rivestendo la qualifica di pubblico ufficiale o incaricato di pubblico servizio, ha il divieto di segnalare all’autorità il cittadino irregolare.

Non perderti l'ultima notizia, leggi l'articolo più recente!

Green pass obbligatorio per colf, badanti e babysitter?

Fonte: Corriere della sera edizione del 02 agosto 2021Badanti, colf e baby sitter: l’obbligo di vaccinarsi non esiste (almeno per ora) A oggi la legge ha introdotto l’obbligo di vaccinazione soltanto per il personale sanitario. Si è discusso sulla necessità di...

Cambio datore (emersione) e assistenza sanitaria

Il Decreto Rilancio è stato pensato per favorire l'emersione di rapporti di lavoro irregolari. Prevedeva la possibilità di presentare una richiesta di regolarizzazione di un rapporto di lavoro subordinato e irregolare. Il periodo in cui presentare la domanda di...

Badanti e Vaccini Covid19

Importanti novità per Badanti con i Vaccini Covid19:Il Generale Francesco Paolo Figliuolo alla trasmissione “Che Tempo Che Fa” del 14 Marzo 2021 ha affermato che coloro che assistono persone anziane, come per esempio i badanti o caregiver, avranno la priorità a...

Come gestire il covid nel lavoro domestico

Regole quarantena, isolamento e tampone. Nessuno stop per il lavoro domestico. Indennità Cassa Colf in caso di ricovero per Covid. Contrarre il coronavirus sul lavoratore è considerato infortunio. Quarantena scolastica dei figli, a pagare è l’NPS. Sospensione attività lavorativa di colf e badanti.

Speciale Coronavirus – parola d’ordine BUON SENSO

In considerazione dell’emergenza che tutto il nostro paese sta attraversando vorremmo sensibilizzare tutti al buonsenso specificando che in qualsiasi ambito lavorativo sarebbe opportuno …

Valutazione di Google
4.8
Basato su 184 recensioni
×
js_loader