LAVORO DOMESTICO

inizia da qui

Hai bisogno di consulenza?
Affidati a noi per una corretta gestione del tuo rapporto di lavoro domestico

Assumere un collaboratore domestico è molto semplice!

Tramite la seguente procedura, ti sarà possibile trovare un collaboratore domestico, i costi da affrontare, i documenti necessari e come avviare il tuo rapporto di lavoro domestico.

Le principali mansioni:

COLF

Il collaboratore domestico assiste la famiglia esclusivamente nelle faccende domestiche tra cui il pulire, fare la spesa, stirare, cucinare etc...

BADANTE

La badante, ha come funzione principale l'assistenza ad una persona ma, nel tempo libero, può occuparsi anche delle faccende domestiche

BABY SITTER

La baby sitter è quella figura che va ad assistere un minore che non è in grado di autogestirsi. Nel tempo libero può svolgere le mansioni della colf.

Individuare il collaboratore domestico

Correttezza, rispetto ed efficienza sono le chiavi di un solido rapporto di lavoro.

Il passaparola è ad oggi ancora il principale modo per trovare un collaboratore domestico ma c’è da fare attenzione, non sempre si ha la fortuna di trovare una persona affidabile che rispecchi le proprie esigenze.

La Cooperativa RIPARI, che da anni opera all’interno del sistema Acli Milanesi, si occupa di incrociare i reali bisogni con le abilità del lavoratore.

Informarsi sui costi

Un rapporto di lavoro non ha un costo standard ma varia in base ai seguenti fattori:

Mansione:

Le mansioni principali sono tre: Colf, Baby sitter e Badante

Ore di lavoro settimanali:

L’orario di lavoro settimanale di un lavoratore non convivente varia da un minimo di 1 a un massimo di 40 ore.

L’orario di lavoro settimanale di un lavoratore convivente è di 54 ore.

Retribuzione concordata:

Non esiste una retribuzione standard.

Il Contratto Collettivo Nazionale di categoria prevede un minimo sindacale che varia in base alla mansione svolta.
Attraverso una contrattazione tra le parti viene concordata la retribuzione.

Raccogliere i documenti necessari

Di seguito vengono elencati i documenti necessari ad avviare il tuo rapporto di lavoro:

Datore e/o lavoratore comunitario:

  • Documento di identità in corso di validità
  • Codice fiscale
Datore e/o lavoratore non comunitario:

  • Passaporto in corso di validità (solo pagina con fotografia e date di rilascio e scadenza)
  • Codice fiscale
  • Permesso di soggiorno in corso di validità (se non comunitario)
NB. In caso di permesso di soggiorno…

Scaduto: permesso di soggiorno scaduto + ricevute postali di richiesta rinnovo.

Se primo rilascio: contratto di soggiorno (All. P), nulla osta, ricevute postali richiesta permesso.

Inoltre:

  • Copia eventuale diploma OSS o ASA.
  • Indicazione domicilio/residenza lavoratore + recapito telefonico del datore e del lavoratore.
  • Delega più documento di identità persona delegata (nel caso si presenti una persona diversa dal datore in fase di appuntamento).
  • Carta identità e codice fiscale della persona assistita (nel caso l’assistito non coincida con il datore di lavoro).

Effettuare l'assunzione

Chiariti i punti precedenti, avviare il rapporto è semplicissimo!

Affidataci subito la gestione del tuo rapporto di lavoro domestico da casa, senza necessità di un appuntamento fisico.

In alternativa è possibile fissare un appuntamento presso la sede, il giorno e all’orario desiderato, è sufficiente chiamare il nostro Centro Unico di Prenotazioni al numero: 02.255.44.777 – interno 2.

SAF ACLI è presente sul territorio di Milano Monza e Brianza con oltre 70 sedi.

Share This