Di seguito troviamo aggiornati gli importi minimi sindacali per tutti quei contratti di lavoro domestico.

In data 15 Gennaio 2019, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, si è riunita la Commissione Nazionale “Lavoro Domestico” per determinare i nuovi minimi retributivi derivanti dalla variazione del costo della vita.

La Commissione ha aggiornato, con decorrenza 1° gennaio 2019, le tabelle A, B, C, D, E, F e G, comprensive dei valori convenzionali di vitto e alloggio sulla base degli aumenti contrattuali e dei dati ISTAT.

I valori, infatti, sono stati adeguati alla variazione dell’indice Istat di riferimento (+1,4%), ciò ha determinato un incremento del tasso di variazione pari al 1,12%.

Ricordiamo che l’aumento riguarda solo coloro che retribuiscono il proprio collaboratore in base alle tariffe sindacali.

Per i datori di lavoro domestico che corrispondono invece importi più elevati per la presenza di un superminimo assorbibile la retribuzione non subirà variazioni.

La tabella completa dei nuovi minimi retributivi è scaricabile “QUI” o nella sezione ‘Documenti’ – “Compensi – importi minimi sindacali”.

Hai bisogno di informazioni?

15 + 12 =

Share This