Malattia per badanti, baby sitter e colf

da | Nov 18, 2021 | News | 0 commenti

Siamo giunti in un periodo dell’anno in cui normalmente ci scolpisce l’influenza e quindi ci teniamo a darvi alcune indicazioni relative al trattamento della malattia per i vostri collaboratori domestici badanti, baby sitter o colf:

Iniziamo chiarendo che nei rapporti di lavoro domestico la malattia e/o ricovero ospedaliero sono retribuiti dal datore di lavoro e non dall’Inps.

La malattia viene pagata in 30esimi indipendentemente dal profilo orario quindi per i lavoratori non conviventi anche i giorni in cui non sono in servizio e in generale per tutti i collaboratori domestici anche la domenica. I giorni di malattia disponibili si calcolano per differenza verificando negli utlimi 365 giorni quanti giorni di malattia sono già stati goduti. I giorni di malattia fruibili non sono azzerati anno per anno (da gennaio a dicembre)

Quanti sono i giorni di malattia che dovranno essere pagati al proprio lavoratore domestico?

Di seguito alcune precisazioni sul trattamento economico e/o conservazione del posto:

  • per rapporti con anzianità di servizio fino a 6 mesi viene retribuita per 8 giorni. Di cui, i primi 3 al 50% ed i successivi al 100%. La conservazione del posto è di 10 gg di calendario.
  • per rapporti con anzianità di servizio da 6 mesi a 2 anni viene retribuita per 10 giorni. Di cui, i primi 3 al 50% ed i successivi al 100%. La conservazione del posto è di 45 gg di calendario.
  • per rapporti con anzianità di servizio oltre 2 anni viene retribuita per 15 giorni. Di cui, i primi 3 al 50% ed i successivi al 100%. La conservazione del posto è di 180 gg di calendario.

Ricordiamo che quanto indicato viene normato dal un apposito CCNL disponibile in questa pagina.

Come funziona la malattia

Il datore di lavoro dovrà richiedere per tempo, ovvero nel mese di riferimento, il certificato medico o il codice di protocollo rilasciato dal medico curante o struttura ospedaliera attestante il periodo di assenza. E’ possible verificare il periodo della malattia tramite questo link e dovrete comunicarlo subito al vostro family tutor di riferimento. Solo presentando un giustificativo è possibile registrare l’assenza per malattia.

La cassa colf può contribuire?

Per eventuali vantaggi sulle prestazioni sanitarie è opportuno visionare il sito di cassacolf dove trovate, per eventuali casi di Covid-19, una sezione dedicata