Emersione del lavoro 2020

La domanda e’ presentabile
dall’ 1 giugno 2020 al 15 agosto 2020

 

NON c’è fretta – NON c’è un limite di posti! La presentazione della domanda e il conseguente esito non dipendono dall’ordine di arrivo ma verranno accolte tutte le domande presentate durante tutto il periodo previsto.
Inoltre la presentazione della domanda è stata prorogata fino al 15 Agosto!

Il Patronato ACLI mette a disposizione la propria professionalità e competenza per aiutarti nella domanda!
Per qualsiasi richiesta o informazione è stato instituito l’apposito indirizzo mail infosanatoria@aclimilano.com a cui è possibile inoltrare i documenti necessari ed effettuare telematicamente la domanda.
    I settori lavorativi interessati sono:
    • Agricoltura, Allevamento, Zootecnia, Pesca, Acquacoltura e connesse
    • Assistenza alla propria persona o componenti della propria famiglia, anche non conviventi
    • Lavoro domestico al sostegno del bisogno familiare

    Il lavoro domestico è dunque uno dei settori coinvolti dall’Emersione del lavoro 2020.

    Come funziona?

    Le opzioni con cui procedere sono due e ben distinte:

    Datore di lavoro

    Il Datore di Lavoro presenta la richiesta:
    – se ha alle proprie dipendenze un lavoratore domestico irregolare
    – il lavoratore dimostra di aver soggiornato in Italia prima dell’ 8 Marzo 2020

    La persona ottiene così un permesso di soggiorno per lavoro in base alla durata del contratto.

    Costo: 500€ + oneri retributivi contributivi e fiscali

    cittadino straniero

    Il Cittadino Straniero presenta la richiesta:
    – se il permesso di soggiorno è scaduto a partire dal 31 ottobre 2019
    – se prima del 31 ottobre 2019 la persona ha lavorato regolarmente in uno dei tre settori sopra elencati

    La persona ottiene un permesso temporaneo di 6 mesi.


    Costo: 30€ + 130€

    L’Emersione dal lavoro 2020 prevede quindi la possibilità per il datore di lavoro di concludere un contratto di lavoro o di dichiararne uno irregolarmente instaurato con cittadini stranieri presenti sul territorio nazionale prima dell’8 marzo 2020. (Sportello Unico per l’Immigrazione – Ministero Interno).

    Che rapporto di lavoro si può instaurare?

    Sarà possibile assumere e regolarizzare un rapporto di lavoro nel seguente modo:

    B

    Collaboratore familiare

    cs

    Assistente ad altra persona fisica non autosufficiente per patologie ed handicap

    cs

    Assistente alla propria persona non autosufficiente per patologie ed handicap

    In caso di non autosufficienza è necessario essere in possesso di un certificato medico o invalidità (rilasciato da struttura sanitaria pubblica, medico convenzionato) antecedente alla data della richiesta.

    Il rapporto di lavoro potrà essere:

    Lavoratore convivente

    Lavoratore non convivente

    Il rapporto di lavoro potrà essere:

    Tempo determinato

    Tempo indeterminato

    Le ore settimanali dovranno essere comprese:

    Minimo 20 ORE

    Massimo 54 ORE

    Il reddito minimo della famiglia per regolarizzare il rapporto dovrà essere:

    MINIMO 20.000 REDDITI

    Se c’è solo un percettore di reddito non nucleo familiare

    MINIMO 27.000 REDDITI

    Se nucleo familiare con più componenti

    Il coniuge ed i parenti entro il secondo grado possono concorrere alla determinazione del reddito anche se non conviventi.
    La verifica dei requisiti reddituali non si applica al datore di lavoro affetto da patologie o disabilità che ne limitano l’autosufficienza, che presenta l’istanza per un lavoratore straniero addetto alla sua assistenza.

    Di seguito è presente l’elenco dei documenti necessari ad effettuare la domanda di Emersione e i relativi moduli di dichiarazione. E’ possibile inoltrare la domanda scrivendo all’indirizzo mail infosanatoria@aclimilano.com allegando tutti i documenti utili alla domanda in formato .pdf e le relative dichiarazioni compilate e firmate per intero.

    Per la gestione del rapporto di lavoro e l’elaborazione della buste paga puoi rivolgerti da subito a SAF ACLI, anche prima della convocazione in Prefettura. Scarica il Voucher di Sconto e presentalo in ufficio!

      Di seguito si trova il costo di una COLF (livello B) non convivente

      Di seguito si trova il costo di una BADANTE (livello CS) non convivente

      Di seguito si trova il costo di una BADANTE (livello CS) convivente

      Gli importi sopra indicati sono utili per determinare una stima dei costi che si andrà ad affrontare. Nel caso in cui si richiesta un numero di ore o retribuzione diverso da quanto sopra esposto clicca qui di seguito e chiedici un preventivo dettagliato.

      Share This